Yog@Monterosa Festival 2016

6.7.8 LUGLIO 2018

CHAMPOLUC - VALLE D'AOSTA

UNITI NELLA BELLEZZA

Il festival yoga in montagna.
Pratiche yoga in natura, workshops, cultura,
benessere e condivisione.

Illustrazione © Ilaria Mancini

CHI SIAMO

La parola yoga ha origine dalla radice sanscrita "yug", che può esprimere molti significati. Noi abbiamo scelto "unione", perché più di altre comunica lo spirito che anima questo evento nel cuore del Monte Rosa. Unione con un ambiente naturale accogliente e rilassante, unione di intenti e di persone. Quest'anno vorremmo che sia la bellezza ad essere l'elemento di unione. La parola bellezza ha origine sanscrita "bet-el-za" che significa "il luogo dove dio brilla". Brilla dappertutto e fa brillare anche noi con il bello, che ritroviamo nel profumo dell'aria, nello sguardo che spazia sulle montagne, nei sensi che si risvegliano al suono di un ruscello, nella scoperta di uno spazio luminoso dentro di noi. Così la Bellezza diventa un elemento stesso della pratica yoga.

Che siate praticanti o neofiti, sportivi o semplicemente curiosi, lo Yogamonterosa Festival ha qualcosa da dare ad ognuno di voi. I nostri insegnanti professionisti vi affiancheranno nella pratica dello yoga in molte delle sue declinazioni e vi coinvolgeranno in una tre giorni di attività, sport, cura di sé e benessere, ideata appositamente per conciliare le aspettative di tutta la famiglia. Avrete la possibilità di comporre il mosaico della vostra vacanza come più vi piace: padroni di ogni pezzo, sarete liberi di scegliere se partecipare all'intero programma oppure ad una singola giornata, nel pieno rispetto dei vostri ritmi e delle esigenze di chi vi accompagna.

PROGRAMMA

Il festival si svolgerà presso il MonterosaTerme, centro benessere a Champoluc. Per maggiori informazioni sulla location visitate il sito www.monterosaterme.com.

LE ATTIVITA del Festival 2018

Iyengar® Yoga
Trekking Yoga
Centered Yoga
[metodo Dona Hollemann]
Conferenze del Sistema di Vita Naturale di Michelangelo Chiecchi
YOGA QIGONG “From Hero to Zero”
Yoga non duale del Kashmir
Akahanda Yoga
Yoga per l'arrampicata, Acroyoga e Tessuti Aerei
Odaka Yoga
Grande danza di chiusura - Biodanza
Yoga Bimbi
La Bellezza a Tavola
Falo' Alchemico + Cena con Prodotti Tipici + DJ Set
Incontro di Biodanza "Convivere con la bellezza"

Iyengar® Yoga

B.K.S. Iyengar ha rinnovato ed interpretato lo yoga, sviluppando un metodo che dà particolare enfasi alla precisione nelle posizioni (asana) e nella respirazione (pranayama) e al loro effetto sul corpo e sulla mente. L'esecuzione degli asana comporta un continuo allineamento ed estensione della spina dorsale e delle altre parti del corpo.

Queste posizioni sono praticabili a diversi livelli da chiunque. Nella pratica delle posizioni si sviluppa la capacità di ottenere una condizione in cui la forza è unita alla calma e al rilassamento. Attivando ogni parte del corpo, la pratica yoga permette di raggiungere una sensazione di leggerezza, libertà e gioia profonda, migliora la salute e aumentando la consapevolezza permette di affrontare la vita quotidiana con più energia ed efficienza

Paolo Rava

Ha completato gli studi in ingegneria elettronica e in fisica e svolge attività lavorativa e di ricerca in questi campi. Verso fine degli anni 70 durante un periodo di studio e lavoro in USA ha iniziato a praticare Iyengar Yoga che ha continuato dopo il ritorno in Italia nei primi anni 80. Già da allora ha cominciato a dedicarsi all'insegnamento dello Yoga in parallelo all'attività tecnico-scientifica. Attualmente insegna alcune classi alla settimana a Torino e tiene alcuni seminari in montagna, di cui è un appassionato cultore.

Maria Paola Grilli

Dopo un'attività di oltre 12 anni come biologa (ricerca in ambito universitario e privato) riconosce nello Yoga una naturale evoluzione del suo percorso di ricerca scientifica e filosofica. Muove i suoi primi passi nell'Iyengar Yoga alla fine del 1989 e dal 1994 diventa la sua attività principale. E' insegnante di Iyengar Yoga con l'abilitazione alla Formazione di altri insegnanti ed è responsabile dello Studio Iyengar Yoga di Torino in cui insegna.

YOGA QIGONG “From Hero to Zero”

“From Hero to Zero” è la proposta di Joo Teoh per chi vuole integrare lo yoga nella vita contemporanea. Siamo infatti molto bravi a svolgere più compiti contemporaneamente, celebriamo la nostra capacità di raggiungere obiettivi sempre più elevati, ci spingiamo al limite, siamo felici se oltrepassiamo i limiti. Siamo così focalizzati sulle richieste che arrivano dall’esterno che dimentichiamo di guardarci dentro. E così collassiamo, ci frantumiamo. Questo ciclo è naturale, quello che fa la differenza è come ci si muove tra questi due poli: Hero e Zero.

In questa serie di tre workshops si lavorerà attraverso movimenti e pratiche che ci aiuteranno a trovare il nostro ritmo ottimale e la strada per muoverci tra l’essere Hero e l’essere Zero.

Workshop 1: “Un atterraggio morbido”

Nella prima parte della lezione useremo sequenze dinamiche per rimuovere blocchi, stress e stanchezza. La seconda parte sarà invece calma e ristoratrice, per osservare come ognuno risponde all’invito a rallentare, a riposare, a rimanere in silenzio.

Workshop 2: “Rinascere alla vita”

Avete mai provato ad accendere un fuoco sotto la pioggia? Impossibile. In questa lezione impareremo a generare energia da uno spazio di quiete.

Workshop 3: “La stabilità oltre il pilota automatico”

l cambiamento è la caratteristica della vita. Siamo in continuo movimento da uno stato all’altro. In questa pratica esploreremo varie tecniche per mantenere uno stato di consapevolezza continuo cosicché possiamo scoprire che cosa può aiutarci ad affrontare meglio i cambiamenti.

Joo Chye Teoh è il fondatore di Five Phase Yoga Space (www.fivephase.space), un centro dedito alla cura dei malesseri portati dalla vita moderna. E' un agopuntore e insegnante di yoga e lavora nel Regno Unito. Joo insegna yoga dal 2007 e continua a studiare seguendo i suoi maestri Cameron Tukapua, Matthew Raymond Cohen, Judith Hanson Lasater e Max Strom. Le sue pratiche integrano sequenze yoga con il qi gong, permettendo ai praticanti di beneficiare dell'allineamento anatomico e della consapevolezza delle energie sottili. Joo sottolinea l'importanza del movimento consapevole coordinato con la respirazione. Crede che lo yoga sia una via efficace per entrare in contatto con il corpo e con la mente: la pratica regolare aiuta a liberare la mente e il corpo dai malesseri a cui siamo ormai abituati.

Nato in Malesia, Joo ha passato gli ultimi 40 anni vivendo, lavorando e studiando tra Pechino, Shanghai, New York e Londra. Ha finalmente trovato dimora a Sandrige, un piccolo villaggio nei pressi di St.Albans, con suo marito e i loro due cani.

Yoga non duale del Kashmir

Lo yoga tantrico non duale ha le sue origini nel Kashmir dell'VIII sec., è proposto secondo gli insegnamenti di Eric Baret, allievo e testimone della presenza di Jean Klein.

Lo yoga del Kashmir è arte dell’ascolto.

L'ascolto delle sensazioni del corpo, del respiro, senza richiesta, senza aspettativa, senza niente da raggiungere. L'ascolto è silenzio, vibrazione. Il corpo si fa spazio e silenzio, nel movimento lento e partecipe ogni gesto si compie senza scopo. Nell'assenza di volontà e di direzione il corpo è svuotato dalle proprie tensioni, diviene ascolto puro, si apre alla bellezza dell'istante. Questo lasciare la presa, calma la mente e facilita una nuova disponibilità e una presenza che via via si ripresenterà nel quotidiano. Non c'è niente da compiere, tutto è perfetto per come si presenta, per questa tradizione di yoga non duale l'istante è l'unica realtà.

Susanna Molina

Incontra lo yoga nei primi anni ’90, diplomata presso la I.S.Y.C.O. di Torino, frequenta seminari con insegnanti di diversa formazione e provenienza. Tra questi, di sicuro riferimento sono le tecniche della scuola Satyananda, i seminari con il Dott. M.V. Bhole sperimenta gli aspetti inerenti allo yoga terapia. Da oltre 10 anni segue gli insegnamenti di yoga non duale del Kashmir come proposti da Eric Baret e approfondisce la pratica con Stefania Redini, Dominique Decavel e Ornella de Benedetti.

Fonda l’associazione Sundaram a.s.d. & p.s.c.o. a Ivrea (TO) dove propone corsi settimanali ed incontri mensili di yoga e trattamenti olistici.

Trekking Yoga

Camminate storico-naturalistiche rigeneranti e adatte a tutti, con pratiche di yoga inserite nella camminata in montagna per migliorarne la qualità e la tecnica, ed aumentarne gli innumerevoli benefici.

Marzia Mosca

Dal 1982 pratica la Meditazione Zen e il KIUDO (tiro con l'Arco Zen), appresi dall'anziano Maestro giapponese Shihan.
Nell'estate 1999 a Champoluc avviene l'incontro con il Maestro di Yoga Amadio Bianchi(Swami Suryananda, Presidente del Movimento Mondiale per lo Yoga e l'Ayurveda, della European Yoga Federation, vicepresidente dell'International Yoga Confederation di New Delhi), che porterà alla "scoperta" dello Yoga, ed in particolare del Raia Yoga o Yoga Classico, realizzando come lo Yoga da lui proposto sia una disciplina completa, molto pratica, aperta e benefica, ed anche un'ottima base per qualsiasi attività sportiva, ma soprattutto un grande e concreto aiuto a "vivere meglio": infatti con una pratica regolare si possono ottenere notevoli miglioramenti psico-fisici che permettono di raggiungere un maggiore equilibrio e di poter vivere in migliore armonia con se stessi e l'ambiente che ci circonda.
Dal 2004 insegna yoga, unendola alle competenze di Guida Escursionistica e Naturalistica, per entrare in maggiore sintonia con la Natura grande ed insuperabile Maestra e Palestra in tutte le Stagioni.
Collabora al Progetto Yogamonterosa per promuovere lo yoga tra le montagne che le sono così famigliari.

Akhanda Yoga

Akhanda Yoga e’ una versione contemporanea di Hatha Yoga proveniente dalle Himalaya. Il fondatore Yogrishi Vishvketu ha integrato le profonde conoscenze dello yoga con la gioia e la grazia della pratica. “Akhanda” significa completo, indivisibile, ininterrotta tradizione. Questo approccio integra diversi insegnamenti e diverse tecniche: il praticante di Akhanda Yoga vive un’esperienza completa che si porta a casa nella propria vita, nel personale viaggio in continuo divenire verso la comprensione e l’ abbandono al vero Sé - Vasto, Infinito e dall'illimitato potenziale. Il metodo Akhanda è infatti un approccio olistico in cui elementi delle tradizioni Hatha, Raja, Tantra e Kundalini Yoga vengono integrati in un sistema completo, equilibrante e fortificante per l'intero complesso corpo-mente-spirito.

Parte integrante della pratica sono i Kirtan (canti devozionali a forma di botta e risposta) e i Mantra. I mantra sono strumenti dell’anima, veicolo della mente (man-tra). Hanno origine dalla natura, dove tutto è vibrazione. Cantare i mantra è la più semplice e potente forma di meditazione e di pratica Bhakti. Purifica la mente e gli ambienti intorno a noi, anche a distanza. Trasforma e rimuove tossicità, impressioni, samskaras, rilasciando endorfina, ossitocina, melatonina, serotonina, ovvero gli ormoni della felicità. Risveglia in noi l’amore incondizionato e la devozione al divino “Ishvara Pranidhana”, aiutandoci quindi ad abbandonarci e a diventare servitori della nostra energia interiore e della nostra intuizione. Aumentano così il senso di comunità, connessione, compassione e unione.

Morena Shree Sundari Forpo è insegnante di yoga RYT500 formatasi in India con Yogrishi Vishvketu e propone un approccio Akhanda che incorpora sequenze equilibrate di asana, pranayama, rilassamento, canto dei mantra, meditazione, kriya, discussione sullo stile di vita yogico e filosofia yoga. La pratica prevede tutti i movimenti direzionali delle spina dorsale, tutte le stazioni, un equilibrio di Yang e Yin e l’utilizzo di diverse tecniche, sempre nel rispetto del principio di non-violenza (ahimsa) verso se stessi e verso gli altri. Semplicità, amore e leggerezza sono le sue parole chiave.

Centered Yoga [metodo Dona Hollemann]

Il Centered Yoga, metodo concepito da Dona Hollemann, nasce dalla sintesi delle molteplici esperienze che hanno caratterizzato la sua ricerca.

Il sistema ruota attorno ad otto principi vitali, trasversali ad ogni stile di yoga, frutto del lavoro di una vita e di intuizioni autentiche.

In essi si può riconoscere l’impronta lasciata dagli insegnamenti ricevuti da Iyengar e Krishnamurti, dalla profonda amicizia con Vanda Scaravelli e dallo studio dei lavori di Mabel Todd e Castaneda. Il lavoro proposto parte dal corpo, e dalla sua riorganizzazione intorno al centro fisico ed energetico del praticante, in sinergia con l’esperienza armonizzante del respiro. Il Centered Yoga accompagna gradualmente ad affrontare le posizioni dello yoga, senza mai imporle, aiutando a cogliere gli elementi strutturali di radicamento, centratura, allungamento e respiro, esplorando, pratica dopo pratica, l’equilibrio dinamico delle forze di integrazione tra corpo e mente, fino a far sì che il praticante si lasci guidare nel processo yogico dall’atteggiamento meditativo e dal proprio intento.

Roberto Vitale

Appassionato di sci alpinismo, e discipline di endurance in natura, sperimento per anni tecniche di allenamento mentale, basate sullo studio dell’attenzione e l’osservazione del respiro, per migliorare la mia resilienza e scoprire le interazioni tra corpo e mente.

Questo percorso mi accompagna in territori sconosciuti, che decido di esplorare con lo Yoga. Nel 2010, dopo alcuni anni di ricerca ed esperienze diverse, incontro Gian Renato Marchisio, che mi introduce al Centered Yoga di Dona Hollemann. Nelle sue lezioni, e nei seminari di approfondimento, trovo finalmente ciò che stavo cercando da tempo: una pratica fatta non solo di asana, ma intrisa di stimoli diversi che diventano la chiave per una ricerca continua. Con la sua costante guida e supervisione inizio a guidare le mie prime classi nel 2012. Sempre nel 2012, per scoprire l’origine dei principi vitali del Centered Yoga, inizio il percorso di formazione triennale per insegnanti con Dona Holleman, durante il quale non solo la mia pratica, ma lo stesso mio approccio verso lo Yoga, cambia e matura. Gli orizzonti si espandono grazie alle notevoli e molteplici esperienze che Dona Holleman ha sintetizzato nel suo metodo.

Nel 2015 ottengo la sua autorizzazione ad insegnare il metodo. Nel 2018, dopo un ulteriore biennio di studi, ricevo l’attestato Medium I.

Conferenze del Sistema di Vita Naturale di Michelangelo Chiecchi

Bellezza: Filosofia e Salute

Verranno esplorati gli Aspetti della Bellezza non considerati in un mondo materialista. Verrà sviluppato il concetto di Bellezza attraverso delle prospettive filosofiche, salutistiche- igienistiche ed energetiche.

Bellezza e Medicina Cinese

La visione energetico globale della medicina cinese ci permette di avvicinare il concetto di bellezza alla salute psicofisica e al mantenimento dello stato di conservazione degli organi madre. Attraverso lo studio dei 5 elementi verrà considerato come la stato degli organi sia correlato alla bellezza sotto un profilo di energia, armonia, equilibrio dinamico nel rispetto delle leggi della natura.

Michelangelo Chiecchi

Ha iniziato in Canada nel 1971 il suo viaggio nella "salute naturale” grazie agli insegnamenti della dr.ssa Sidlauskas, psicologa di fama mondiale, fondatrice della scuola per bambini con difficoltà di apprendimento. Ha proseguito con molti anni di studi e ricerche nel Nord America e in Europa con i più famosi insegnanti di quel periodo, pionieri di quel grande movimento di ricerca e rinnovamento conosciuto come "Natural Healing": Robert St John (metamorfosi e terapia prenatale), Les Brown (studi sulle nuove energie), dott. Bernard Jensen, A. Mullard (iridologia), Danny Johnson (iridologia emozionale), J. Marshall (bioenergia e nutrizione), R. Williamson (neurolinguistica and chinesiologia emozionale), Arthur Lincoln Pauls.

Dal 1982 fu invitato dal Canadian College of Natural Healing in Ottawa, all'epoca la sola Università riconosciuta a livello governativo, per insegnare Reflessologia, Massaggio Connettivale, Auricologia, Riabilitazione e Bioenergetica. Nel 1985 consegue il certificato di Colon Therapist (C.C.T.) presso la Nutripathic Health Outreach Incorporated di Gerard Smith.

Queste esperienze, unite a suoi studi umanistici, alla sua profonda conoscenza del corpo umano e alle sue ricerche nel campo delle antiche filosofie orientali sulla salute, sono fondamentali per l'elaborazione del suo personalissimo programma filosofico e pratico al quale ha dato il nome di "Sistema di Vita Naturale".

Grande Reflessologo e Iridologo, Competente nell'arte del Massaggio, Conosciuto Chinesiologo, Maestro di Arti Marziali, Esperto Conoscitore di Pratiche Naturali, non ama i titoli, preferisce definirsi un “Insegnante di Vita Naturale”.

Insegna e condivide il Sistema di Vita Naturale in Italia e all'estero attraverso seminari e conferenze.

Yoga per l'arrampicata, Acroyoga e Tessuti Aerei

Yoga e tessuti aerei

NOTA: Occorre essere vestiti con abiti comodi aderenti senza zip o velcro, no anelli, braccialetti, collane ed orecchini pendenti o grossi

Dopo un breve riscaldamento si eseguiranno salite sul tessuto e figure statiche, inversioni da terra, salite e figure dal nodo, lavoro di coppia sui tessuti.

Rilassamento

Yoga per l'arrampicata e Acroyoga

NOTA: Occorre essere provvisti di tappetino yoga. Lavoro in gruppi di due-tre persone. E’ un’attività consigliata anche per coppie genitore-figlio.

Lo Yoga è una disciplina che presenta molte affinità col mondo dell’arrampicata. Dall’importanza del respiro, alla capacità di stare in equilibrio, nello yoga si esercitano molte abilità che poi ritroviamo nell’arrampicata. In questo workshop si inizierà con esercizi di Pranayama e risveglio muscolare propedeutico all'arrampicata.

Poi la pratica prevede un divertente esercizio sulla fiducia e le paure attraverso l’Acroyoga, con esercizi di propriocezione e riscaldamento in coppia; distribuzione del peso, equilibrio e fiducia nel partner.

Si impareranno l’entrata ed uscita dalle prime asana: trave, trono, tadasana, sedia e relative transizioni.

Rilassamento

Chiara Costa

Chiara ha come motto "Muoversi è comunicare, comunicare è vivere" e da quando ha scoperto i tessuti aerei è nata la sua passione per il "verticale".

Dai primi voli si è evoluta attraverso varie esperienze con la danza verticale, la pole dance, l’arrampicata.

Alla ricerca del movimento in aria ha affiancato l’esplorazione del mondo in sospensione con il nuoto e la scoperta della subacquea.

Senza trascurare la dimensione orizzontale, ha trovato il suo spazio nella pratica delle arti marziali cinesi e del wushu come arte da spettacolo, dello yoga e del ballo da sala.

Nel corso del 2015-16 ha portato la pratica dei tessuti aerei outdoor legandola strettamente all'amore per l'arrampicata e lo yoga, e le varie dimensioni si sono riunite nella scoperta dell'acroyoga.

Nel dar forma a tutte queste passioni ha frequentato nell'estate 2016 i corsi di formazione insegnanti di yoga RYT200 e acroyoga frequentando i corsi intensivi svolti da Samadhi S.s.d.r.l. yoga e meditazione (Firenze).

Ha poi unito lo yoga ai tessuti aerei con la formazione insegnanti AntiGravity Yoga by C. Harrison nel gennaio 2017 e la formazione con il metodo Aerial Equilibre®.

Dal 2016 insegna tessuti aerei presso la palestra di arrampicata "Climber 2000 ASD" a genova e dal 2017 insegno yoga presso "Il Centro pilates&benessere" e yoga/acroyoga presso il "CUS- Centro Universitario Sportivo di Genova".

Joseph Tardanico

Nato a Boston nel 1972, Josesph “Jojo” in arte e amicizia, si descrive con queste tre parole: velocità, immediatezza, fisicità.

Trasferitosi a Genova ancora bambino, appena quindicenne si appassiona al mondo delle macchine da corsa a cui si avvicina sia come meccanico, sia come pilota. Prima dei trent'anni esplora terra ed acqua come dimensioni in cui esprimere il desiderio per la velocità, dedicandosi anche al motocross alla subacquea, ai motoscafi da corsa ed alla pesca al traino o palamito.

Con la scoperta di arrampicata, alpinismo e scalata su cascate di ghiaccio si apre un mondo verticale che diventa amore e scelta di vita. La Montagna insegna.

Dal 2015 l’incontro con Chiara porta a un sodalizio con l'aria, tra cadute ed evoluzioni che li ha portati alla pratica yogica e all'acroyoga.

Dal 2017 Jo è diventato aiuto istruttore di arrampicata presso la palestra di arrampicata "Climber 2000 ASD" a Genova.

Odaka Yoga

Odaka Yoga rappresenta un’idea innovativa ed originale del mondo yoga nel rispetto profondo della sua tradizione millenaria. Un approccio ad ampio raggio che incarna il fluire della vita con consapevolezza, gioia e forza interiore.

Le lezioni di Odaka Yoga sono effettuate con uno stile “liquido”, attraverso l’incontro del fluire dell’energia interiore che deriva dalla pratica delle arti marziali con lo spirito Zen della pace mentale. La pratica diventa un movimento senza soluzione di continuità, come quello delle onde del mare, un processo senza interruzione fra una posizione e l’altra. Odaka è una unione che mira a sciogliere tensioni fisiche, mentali ed emotive. Odaka dà la possibilità di superare le proprie barriere fisiche e mentali, in quanto la flessibilità emotiva che offre permette a chi lo pratica di aprirsi a nuove possibilità fisiche e di pensiero.

Quando la trasformazione avviene, i limiti, le usuali abitudini di movimento, e pensieri si sciolgono e creano spazio per un nuovo equilibrio e forza interiore. La forza può essere definita come la capacità di comportarsi, trovare equilibrio ed adattarsi alle circostanze: questo è un regalo prezioso che si trova in Odaka Yoga e che deriva dalla pratica delle arti marziali. Diventare un guerriero dello yoga significa di acquisire la capacità di adattamento, essere flessibili e completamente integrati: un essere completamente fluido e trasformato sia nella mente che nel corpo. Quando ci si muove nel “flow” di Odaka, i muscoli si attivano in un movimento nuovo che li rinforza e, a sua volta, crea movimento nella mente. Se il tessuto connettivo è teso, i muscoli non hanno più la possibilità di muoversi liberamente perché tutto il corpo si irrigidisce, e con esso anche la mente. Noi esseri umani, iniziamo la vita in un ambiente fluido come scritto nel Rig Veda 10.125: “Le mie origini sono nell’acqua, nell’oceano” e con Odaka Yoga questo continua per tutta la vita.

Sara Ravagnan

Nata a Milano, italiana, di origine Croata, contemporaneamente allo studio di Giurisprudenza decide di seguire le sue passioni per la danza e per l’approccio olistico verso la persona e la sua salute. Frequenta corsi di naturopatia, di psicologia e di approccio psicocorporeo ai disagi psichici. Studia con grandi maestri della danza e dello Yoga. Dopo alcuni anni durante i quali si è dedicata alla propria famiglia, decide di riprendere in mano le sue passioni in modo formativo. Studia Danzaterapia metodo Fux direttamente con la stessa Maria Fux, fondatrice del metodo.

Dopo anni di pratica yoga presso rinomati centri tra i quali Centro Studi Yoga di Ferruccio Ascari, Parsifal Yoga (ex sede a Milano), Centro Integral Yoga Shanti, decide di partecipare al Teacher Training RYT200 metodo Odaka Yoga® con i fondatori stessi, Sensei Roberto Milletti e Francesca Cassia, certificazione riconosciuta YogaAlliance e dall’ASI, affiliata CONI.

Aggiorna le proprie proposte frequentando seminari e corsi intensivi in Italia e all’estero, principalmente in Svizzera e in Francia. Ottiene anche la certificazione RYT500 metodo Odaka Yoga®, specializzandosi in “Art of Adjustement”, “Advanced Pranayama”, “Art of theaching” e “The Ultimate Warrior” e Odaka Advance.

Formatrice insegnanti in OdakaYoga Kids, il corso di 100 ore per diventare insegnanti yoga bimbi, dopo aver seguito classi di bambini dai 3 ai 12 anni per oltre 10 anni in ambito pscopedagogico, danzatearapeutico e yogico. Specializzata in Yoga Prenatal per le future mamme e Yoga mamma e neonato entro i 12 mesi.

Ha avuto la fortuna di studiare direttamente con: Marc Holzman (Ayureda e Hatha Yoga con Vinyasa), Leslie Kaminoff (esperto Hatha Yoga e Yoga Therapy), Anna Inferrera (Hatha Yoga Flow e Vinyasa – della scuola di Maurizio Morelli), Swami Asokananda (Hatha Yoga con il grande Maestro Sri Swami Satchidananda), Andrew McAuley (allievo diretto di Shiva Rea – Prana Vinyasa Flow) e Ashtanga Yoga con Manju Patthabi Jois, figlio del grande Maestro Patthabi Jois.

Infine ha approfondito l’utilizzo terapeutico del suono delle Campane Tibetane con il Maestro Thonla Sonam, tibetano doc, raggungendo il 3° livello Master. Diplomata Pilates Matwork.

Isabella Gonnet

Insegnante Odaka yoga, Tai Chi Chuan, operatrice Shiatsu
Isa vive a Sulzano, in provincia di Brescia, sulle sponde del Lago d’Iseo, irrequieta e caparbia fin dalla nascita, incapace di stare ferma un minuto senza fare sport, di qualsiasi genere sia, si è avvicinata alle discipline orientali in un momento complesso della sua vita nel quale sentiva il bisogno di ritrovare quell’equilibrio che la riconciliasse con i ruoli di mamma e moglie ma anche di sportiva e libera professionista.
Incontra casualmente il Tai Chi Chuan durante un week end in montagna con amici di suo padre che lo praticavano all’aperto, in mezzo alla neve; quell’immagine di armonia ed equilibrio, per un periodo racchiusa nei ricordi, è riaffiorata nel momento in cui la necessità di curare dei momenti esclusivamente dedicati a se stessa è diventata fondamentale.
Comincia quindi nel 2010 a praticare Tai Chi tutti i giorni, con la caparbia sensibilità che la contraddistingue, decide di frequentare il corso per operatore Shiatsu e contestualmente coltiva lo yoga.
Scopre, grazie al suo maestro di Tai Chi e al sito web VitalityTao, Odaka Yoga in cui vede la possibilità di un completamento delle due discipline che pratica.
Decide quindi di frequentare il Teacher training a Paros nel 2014. Continua a seguire i master Odaka e diventa insegnante 500RYS.

Grande danza di chiusura - Biodanza

La Biodanza (danza della vita, dal termine greco biòs) è un sistema ideato dallo psicologo cileno Rolando Toro Araneda, che l’ha definita "partecipazione a un modo nuovo di vivere". La Biodanza è un sistema di integrazione umana, rinnovamento organico, rieducazione affettiva e riapprendimento delle funzioni originarie della vita. La sua metodologia consiste nell'indurre "vivencia" (la sensazione di essere vivi qui e ora) attraverso la musica, il canto, il movimento e situazioni di incontro nel gruppo. In biodanza ogni individuo è libero di esprimere il proprio "bagaglio genetico" di risposte vitali all'interno di un gruppo, che diventa un contenitore protettivo. Le cinque dimensioni fondamentali della persona umana a cui si attinge in una sessione di Biodanza sono: la vitalità, la sessualità, la creatività, l’affettività e la trascendenza. L’armonia a cui si giunge è quello che si può chiamare gioia di vivere.

Silvia Bordo

Facilitatrice e didatta del metodo Biodanza dal 2006. Svolge la sua attività tra Savona, Finale Ligure, Genova, Imperia ed Albenga. Con grande competenza e un ascolto attento e amorevole conduce il gruppo a fiorire nella danza.

Yoga Bimbi

Lo yoga presentato ai bambini sotto forma di gioco, adatto a bimbi dai 5 ai 10 anni. Ideale per sviluppare una buona consapevolezza del corpo, l’ascolto dei propri bisogni e l’equilibrio delle energie.

Martina Merlet inizia a praticare yoga nel 2008 a Pechino presso la scuola Yoga Yard di gestione sinoamericana. Fin da subito la pratica in questo ambiente internazionale, con maestri di diverse provenienze e esperienze, la affascina fino a diventare uno dei capisaldi della sua vita. E’ una mamma curiosa di vedere crescere il proprio figlio e se stessa e probabilmente da questo deriva la mia pratica dinamica e incentrata sull’osservazione del proprio corpo e della propria mente per una sempre piu’ profonda consapevolezza di se’. Proprio questo, la ricerca attiva e curiosa in e di se stessi, e’ quello che piu’ mi affascina dello yoga ed e’ l’aspetto che piu’ spero di poter trasmettere durante la pratica.

La Bellezza a Tavola

Serata circondati dalla natura all’agriturismo La Tschavana con cena e musica dal vivo.

La bellezza della conca di Metzan, a 15’ di cammino dal villaggio di Mandrou, sarà il teatro per una serata davvero magica.

Le mani esperte a giocare coi prodotti della natura dei gestori dell’agriturismo La Tschavana prepareranno una cena a tema fiori e erbe di montagna (vegetariana, con opzioni vegane). Un gruppo di musicisti divertenti e bravissimi, i “Frubers in the Sky”, renderà ancora più speciale la serata, che vi vuole vedere ballare!

Rientro con passeggiata in notturna, per lasciare riposare la vista dalla tanta bellezza vissuta. (Consigliata la pila frontale).

E’ un momento di condivisione e amicizia, aperto a tutti.

Su prenotazione al 349-2234599 entro martedì 3 luglio.

Ritrovo (facolativo) ore 19.00 al villaggio di Mandrou oppure direttamente all’agriturismo La Tschavana.

Costo 20 €

Yoga Bimbi

Lorena Pajalunga e Barbara Frandino

In collaborazione con AIYB "Associazione Italiana Yoga per Bambini" www.aiyb.it.

Yoga in Falesia

Chiara Costa e Joseph Tardanico

NOTA: Occorre essere provvisti di tappetino yoga- lavoro in gruppi di due-tre persone, attività consigliata anche per coppie genitore figlio.

Esercizi di propriocezione e riscaldamento in coppia
Peso, equilibrio e fiducia nel partner
Entrata ed uscita dalle prime asana: trave, trono, taddasana, sedia e relative transizioni

Chiara Costa

Detta “Buh”, ha come motto "Muoversi è comunicare, comunicare è vivere" e da quando ha scoperto i tessuti aerei è nata la sua passione per il "verticale".

Dai primi voli si è evoluta attraverso varie esperienze con la danza verticale, la pole dance, l’arrampicata.
Alla ricerca del movimento in aria ha affiancato l’esplorazione del mondo in sospensione con il nuoto e la scoperta della subacquea.

Senza trascurare la dimensione orizzontale, ha trovato il suo spazio nella pratica delle arti marziali cinesi e del wushu come arte da spettacolo, dello yoga e del ballo da sala.
Nel corso del 2015-16 ha portato la pratica dei tessuti aerei outdoor legandola strettamente all'amore per l'arrampicata e lo yoga, e le varie dimensioni si sono riunite nella scoperta dell'acroyoga.

Nel dar forma a tutte queste passioni ha frequentato nell'estate 2016 i corsi di formazione insegnanti di yoga RYT200 e acroyoga frequentando i corsi intensivi svolti da Samadhi S.s.d.r.l. yoga e meditazione (Firenze).
Ha poi unito lo yoga ai tessuti aerei con la formazione insegnanti AntiGravity Yoga by C. Harrison nel gennaio 2017.
Dal 2016 insegna tessuti aerei presso la palestra di arrampicata "Climber 2000 ASD" a genova e dal 2017 insegno yoga presso "Il Centro pilates&benessere" e yoga/acroyoga presso il "CUS- Centro Universitario Sportivo di Genova".

Joseph Tardanico

Nato a Boston nel 1972, Josesph “Jojo” in arte e amicizia, si descrive con queste tre parole: velocità, immediatezza, fisicità.

Trasferitosi a Genova ancora bambino, appena quindicenne si appassiona al mondo delle macchine da corsa a cui si avvicina sia come meccanico, sia come pilota. Prima dei trent'anni esplora terra ed acqua come dimensioni in cui esprimere il desiderio per la velocità, dedicandosi anche al motocross alla subacquea, ai motoscafi da corsa ed alla pesca al traino o palamito.
Con la scoperta di arrampicata, alpinismo e scalata su cascate di ghiaccio si apre un mondo verticale che diventa amore e scelta di vita. La Montagna insegna.

Dal 2015 l’incontro con Chiara porta a un sodalizio con l'aria, tra cadute ed evoluzioni che li ha portati alla pratica yogica e all'acroyoga.
Dal 2017 Jo è diventato aiuto istruttore di arrampicata presso la palestra di arrampicata "Climber 2000 ASD" a Genova.

Bagno Armonico con Campane Tibetane, Gong e Strumenti Rituali

Laura Lorenzini e Ermanno Di Costanzo

Esperienza di condivisione di suoni, utilizzando vari strumenti, le cui vibrazioni, attraverso la risonanza, riportano le cellule disarmoniche del vostro corpo alla loro frequenza naturale.

Laura Lorenzini ed Ermanno Di Costanzo, creatori dell’Associazione “La Tela della Vita”, compagni anche nella vita, da anni sono impegnati ad accompagnare le persone lungo il loro cammino, mettendo a disposizione la conoscenza e l’esperienza diretta delle Vibrazioni Sonore, dell’Ayurveda, del Thay Massage, del Touch for health e della Riflessologia Plantare per armonizzare corpo, mente e anima

Entrambi con una formazione in Scienze Infermieristiche, hanno fatto tesoro delle esperienze fatte con la medicina allopatica, per potersi mettere al servizio delle persone contemplando una visione olistica della vita, cercando di essere il più possibile connessi con la natura, rispettando ciò che l’essere umano è realmente, coltivando l’evoluzione personale, l’amore, la compassione.

Professionisti scrupolosi e capaci, conoscitori del mondo, grazie alle esperienze di viaggio presso culture distanti, che hanno dato loro l’opportunità di capire che tutti noi siamo collegati e che tutto ciò che si crea è al servizio dell’umanità.

Durante il festival sarà possible avere trattamenti individuali o di coppia (attività extra rispetto al biglietto di partecipazione a Yogamonterosafestival)

MASSAGGIO SONORO INDIVIDUALE

Il Massaggio Sonoro è un prezioso momento di unione con le vostre vibrazioni vitali è modulato sulle sonorità del bagno armonico, integrato con i principi della scienza Ayurveda, della Riflessologia Plantare e della Medicina Cinese, utilizzando le vibrazioni prodotte dalle campane tibetane, gong e altri strumenti rituali creando un momento di profondo contatto con le vostre sonorità più intime ascoltando ciò che vi canta dentro

MASSAGGIO SONORO DI COPPIA

Il Massaggio Sonoro di coppia da noi ideato, eseguito con strumenti rituali, arricchito e integrato con tecniche di Riflessologia Plantare offre contemporaneamente alla coppia un riequilibrio delle proprie energie, un ascolto della propria frequenza e di quella del partener, con conseguente armonizzazione delle rispettive frequenze vibratorie e un prezioso momento di unione profonda.

Falo' Alchemico + Cena con Prodotti Tipici + DJ Set

Le rocce della falesia e il torrente che scorre a poca distanza fanno di questo posto il ritrovo ideale di yogi, yogini e simpatizzanti. Perché yoga è anche stare insieme e condividere momenti di gioia e allegria. All’imbrunire accenderemo un falò, che avrà la capacità di bruciare tutto quello che non è più adatto a noi e fare spazio al nuovo.

Cena con i prodotti locali preparata dai volontari del Monterosa Climb Fest e poi DJ set.

Costo della cena: da 10 €

Incontro di Biodanza "Convivere con la bellezza"

La Biodanza (danza della vita, dal termine greco biòs) è un sistema ideato a partire dagli anni ‘60 dallo psicologo cileno Rolando Toro Araneda, che l’ha definita ("partecipazione a un modo nuovo di vivere" e) "un insieme di arte, scienza e amore". La sua metodologia consiste nell'indurre "vivencia" (la sensazione di essere vivi qui e ora) attraverso la musica, il canto, il movimento, l’incontro all’interno del gruppo. L’obiettivo è "agire sulla parte sana di ciascuno,; danzare e mettere musica nei nostri movimenti; integrare l’intelligenza con l’affettività e approfondire il nostro legame originario con la vita".

In biodanza ogni individuo è libero di esprimere il proprio "bagaglio genetico" di risposte vitali all'interno di un gruppo, che diventa un contenitore protettivo. Le cinque dimensioni fondamentali dell’esperienza umana, a cui si attinge durante ogni sessione di Biodanza sono: la vitalità, la sessualità, la creatività, l’affettività e la trascendenza. L’armonia a cui la Biodanza invita è quello che si può chiamare gioia di vivere.

Biodanza è un sistema che agisce con progressività. La sessione di domenica vuol essere una proposta introduttiva per chi non l’ha mai praticata, e una celebrazione conclusiva del festival nella segno della musica, della danza e soprattutto dell’incontro tra tutti i partecipanti.

Silvia Bordo

Facilitatrice di Biodanza dal 2006. Tutor e Didatta presso le scuole di formazione di Genova e di Torino, svolge la sua attività nel ponente ligure e a Genova. Con grande competenza e un ascolto attento e amorevole conduce il gruppo a fiorire nella danza.

Concerto di translational music con Emiliano Toso

Emiliano Toso è un musicista compositore e biologo cellulare molto vicino alle nuove prospettive di salute offerte dagli studi di epigenetica; la parola è complessa ma il concetto è semplice: l’epigenetica è la scienza che studia come ciò in cui crediamo crea ciò che siamo.

Translational Music è una sua creazione, che nasce dall’integrazione di tutti gli elementi che hanno aiutato il suo percorso di crescita: la scienza in primo luogo (biologo molecolare), e poi la ricerca sulla spiritualità attraverso l’esplorazione di campi e tecniche come Reiki, cristalli e sciamanesimo.

Translational Music si può rappresentare con un mare di cellule sotto un cielo di musica. È registrata ad una accordatura a 432 Hertz, per creare frequenze e armonici che risuonano con le nostre cellule e con le strutture del nostro corpo, con il mondo intorno a noi e con l’universo.

Le sue composizioni al pianoforte traducono vibrazioni universali favorendo il benessere fisico, emozionale e spirituale, il rilassamento, la meditazione, il sonno, la creatività, l’espressione di emozioni profonde.
 Questa musica è utilizzata in centri yoga, centri olistici e scuole, da scrittori e artisti per espandere la creatività e la concentrazione, da medici e dentisti per diminuire il dolore e lo stress nei pazienti.

Entrata libera.

Falò, Cena con prodotti locali, musica dal vivo alla falesia di Extrapieraz

Un falò magico, le rocce della falesia e il torrente che scorre a poca distanza fanno di questo posto il ritrovo ideale di yogi, yogini e simpatizzanti. Perché yoga è anche stare insieme e condividere momenti di gioia e allegria.

Cena con I prodotti locali preparata dai volontari del Monterosa Climb Fest e poi musica dal vivo e DJ set.

Costo: da 10 €

COMPRA IL TUO BIGLIETTO

REGOLAMENTO

La partecipazione a tutte le attività è a discrezione del singolo, che sceglierà quella più adatta alle sue capacità e condizioni psico-fisiche del momento.

L’acquisto del biglietto è nominativo e non rimborsabile, valido dal 6 al 8 luglio.

Il codice biglietto dà la possibilità di ottenere uno sconto sul pernottamento presso le strutture aderenti.

E’ prevista la possibilità di cedere a terzi il proprio biglietto per tutta la durata del festival, previa comunicazione scritta agli Organizzatori.

E’ possibile affittare il tappetino yoga, al costo di 5 € al dì, su prenotazione (disponibilità limitata).

Si consiglia abbigliamento comodo (tuta da ginnastica o leggings e maglietta, calze ed una felpa o un gilet per le fasi di rilassamento)

PARTNERS

Gli Hotel Partner di Yog@Monterosa Festival garantiscono piatti vegetariani in affiancamento al menu proposto

Hotel Villa Annamaria

Rue Croues 5
Champoluc
www.hotelvillaannamaria.com

45€ PP Bed&Breakfast
55€ PP mezza pensione
camera doppia

+39 0125 307128
hotelannamaria@tiscali.it

Rifugio Vieux Crest

Fraz. Crest
Ayas
www.refugevieuxcrest.com

45€ PP mezza pensione

+39 0125 307983
info@refugevieuxcrest.com

Le Soleil

Challand St. Anselme
www.hotellesoleil.net

45€ PP mezza pensione

+39 0125 965204
info@hotellesoleil.net

La Torretta

Challand St. Anselme,
Frazione Maé 8
www.latorrettahotel.com

20% sconto da listino

+39 0125 965218
info@latorrettahotel.com

Residence Le Chalet

Route Emilio Chanoux, 39
Antagnod
www.residencelechalet.com

10% sconto da listino

+39 0125 304024​
info@residencelechalet.com

Hotel Castor

Route Ramey, 2
Champoluc
www.hotelcastor.eu

60€ PP mezza pensione
camera doppia
pranzo leggero 12€
cena [2 courses] 20€

+39 0125 307117
info@hotelcastor.eu

Le Rascard 1721

Loc. Frantze
Champoluc
www.frantze.it

58€ PP camera standard
68€ PP camera superior
mezza pensione, camera doppia

+39 0125 941065
info@frantze.it

Hotel Petit Tournalin

Route Ramey 2
Ayas, Champoluc
www.hotelpetittournalin.it

55€ PP mezza pensione
camera doppia

+39 0125 307530
info@hotelpetittournalin.it

RTA Monterosa

Via Periasc Laval 7
Fraz. Periasc, Ayas
www.rtamonterosa.com

30€ PP a notte
minimo 2 notti

+39 0125 305735
info@rtamonterosa.com

Lavarets Chambre d'Hotes

Loc. Chavanne
11020 Ayas AO

45€ PP Bed&Breakfast

+39 339 129 6345

Hotel Bellevue

Route Ramey 16A
Ayas, Champoluc
www.hotelbellevuechampoluc.com

58€ PP mezza pensione
camera doppia

+39 0125 308710
info@hotelcastor.eu

SPONSORS